DESIGN CONNECTED WITH TRADITIONAL ITALIAN CRAFT

 
 
stories of italy
 
 
 
 

FOUR SEASONS HOTEL

DATTERO AMETISTA - BICCHIERE AMETISTA - Firenze
Tempo di lettura: 2'
 
 

Dattero Ametista
Questo vaso monofiore è una produzione custom-made di uno dei designwork più iconici di Stories of Italy, il vaso Dattero, realizzato in color ametista in esclusiva per il Four Seasons Hotel Firenze.

Ogni singolo pezzo è stato soffiato a bocca dal nostro maestro vetraio nell'isola di Murano.

La tecnica usata è chiamata Sommerso, una tipica tecnica di soffiato muranese che lavora su spessori consistenti. In questo caso l'anima soffiata interna (pea), color ametista, viene ricoperta da quattro bagni (incamiciature) di cristallo trasparente.

Il dattero fu uno dei motivi più eleganti nella vetreria dell'antica Roma. Le fornaci romane gli assegnarono un ruolo iconografico ben preciso, trasformandolo in un raffinato contenitore di balsami e unguenti preziosi, sofisticati equivalenti di quei piccoli frutti che in segno di augurio si donavano nella capitale all'inizio dell'anno. Non sappiamo esattamente in cosa consistessero i prodotti che venivano commerciati in questi recipienti, ma probabilmente doveva trattarsi delle rinomate essenze per le quali andava famosa la Fenicia.

 
 

Bicchiere Ametista
Questo bicchiere è stato disegnato e prodotto in esclusiva per il Four Seasons Hotel Firenze. Ogni pezzo è stato soffiato a bocca dal nostro mastro vetraio nell'isola di Murano.
L'ametista è uno dei colori della tradizione della vetreria di Murano.

La silhouette del bicchiere è ispirata ad una coppa romana datata 1 secolo d.C.

L'antica tecnica dell'Incalmo, usata per questi bicchieri, richiede una particolare destrezza da parte del maestro vetraio. Viene usata per creare oggetti formati da due o più parti separate, solitamente di colori diversi, che vengono poi fusi insieme quando sono ancora roventi. E' una tecnica sofisticata, che permette di raggiungere effetti di color-blocking molto netti, ma anche molto delicata, perchè i punti finali di fusione non devono vedersi e le diverse parti devono venire modellate in modo da fondersi insieme perfettamente.
I bicchieri ametista vengono usati quotidianamente dallo chef Vito Mollica al ristorante stellato Il Palagio.